Tra febbraio e maggio i formaggi spopolano nella GDO

In base ai risultati di un’analisi IRI che ha monitorato la variazione delle vendite realizzate nella distribuzione moderna in Italia secondo Assolatte nel periodo 23 febbraio/17 maggio 2020 il prodotto che ha registrato il maggior aumento del sell-out sono stati i formaggi. I consumatori italiani, infatti, avrebbero speso 246 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2019 per riempire di formaggio il loro carrello, con un tasso di crescita annuale a valore del +27,2%,

Grazie a questa performance, i formaggi hanno conquistato il primo posto della classifica dei prodotti target nel budget aggiuntivo che gli italiani hanno destinato alla dispensa domestica nel periodo della pandemia da coronavirus.

Ma nella graduatoria dei 5 prodotti top per aumento della spesa redatta da IRI ci sono anche i latticini UHT, spiega Assolatte: tra febbraio e maggio 2020, le vendite a valore di latte e latticini a lunga conservazione sono aumentate del 22,3% su base annua. In cifre assolute si tratta di 101 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2019.

L’importante aumento delle vendite nella distribuzione moderna, conclude Assolatte, ha permesso di contenere i danni – comunque considerevoli – legati al crollo della domanda nel canale horeca e al rallentamento dei flussi dell’export.

Tra febbraio e maggio i formaggi spopolano nella GDO - Ultima modifica: 2020-06-23T09:47:34+00:00 da Redazione Dairy

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome