Svizzera: il principio del benessere animale entra in Costituzione

 

Il Consiglio federale elvetico considera importante il benessere degli animali, in particolare di quelli da reddito. Nella sua seduta del 12 agosto 2020 ha elaborato un controprogetto diretto all’iniziativa popolare «No all’allevamento intensivo in Svizzera (Iniziativa sull’allevamento intensivo)» e lo ha inviato in consultazione fino al 20 novembre 2020.

Il Consiglio federale intende inserire nella Costituzione un ricovero adeguato alle esigenze degli animali, la possibilità di uscire regolarmente all’aperto e condizioni di macellazione rispettose degli animali da reddito. In questi ambiti si intendono aumentare i requisiti minimi per tutti gli animali da reddito. Il controprogetto prevede inoltre che la protezione del benessere venga inclusa nella Costituzione come principio generale per tutti gli animali. L’iniziativa si riferisce soltanto agli animali per la detenzione a scopo agricolo.

Se il controprogetto diretto dovesse essere accettato con la votazione popolare, il Consiglio federale presenterà al Parlamento un disegno di legge corrispondente sulla formulazione della nuova disposizione costituzionale. In futuro, tutto il bestiame dovrà avere o la possibilità di vivere in stalle a stabulazione libera, oppure, se in stalle a stabulazione fissa, avere la possibilità di uscire all’aperto durante il giorno.

Svizzera: il principio del benessere animale entra in Costituzione - Ultima modifica: 2020-08-31T06:41:09+00:00 da Redazione Dairy

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome