Si amplia la segmentazione del burro

Il mercato del burro, con oltre 20,5 milioni di famiglie acquirenti e una penetrazione dell’82% ha sviluppato nella distribuzione moderna circa 31.600 tonnellate per un fatturato di 303 milioni di €. Il trend dell’ultimo anno registra un calo a volume dell’1,6% e a valore del 4,1%. La reale segmentazione di questo mercato continua a essere quella basata sui formati e le referenze più alto vendenti sono quelle che garantiscono battute di cassa inferiori o convenienza in termini di euro/kg. Nel mercato del burro si è assistito negli ultimi anni anche all’ampliamento dell’offerta realizzata dalle industrie produttrici, principalmente nelle aree benessere e intolleranze alimentari, anche se hanno un peso ancora marginale (6,3% del totale dei volumi del mercato): dal burro a ridotto tenore di grasso o alleggerito a quello a ridotto contenuto di colesterolo, fino al burro chiarificato e salato, ma anche il delattosato e il biologico. A fronte di una crescita di circa 26mila famiglie nel comparto del burro tradizionale, il segmento del delattosato cresce a doppia cifra, seppur con un peso nel mercato del burro ancora marginale (3% a volume), ottenendo nell’ultimo anno l’apprezzamento di circa 2,4 milioni di famiglie (+272mila famiglie) (fonte: Nielsen distr. moderna – dati AT al 31/12/2019 – Nielsen Market Summary Dati Homescan AT Feb 2020).

Si amplia la segmentazione del burro - Ultima modifica: 2020-09-15T10:02:48+00:00 da maria grazia

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome