Ridurre le emissioni di azoto correlate alla produzione lattiero-casearia

 

I ricercatori dell’Università di Aberystwyth sono impegnati nel progetto CowficieNcy, finanziato da Horizon 2020.

Studiano come ridurre le emissioni di azoto correlate alla produzione di latte.

Lo studio consiste nell’aggiornare e implementare modelli e algoritmi atti a formulare la dieta delle bovine aumentando l’efficienza d’uso dell’azoto.

Le bovine da latte producono alimenti nutrienti per l’uomo a partire da mangimi inadatti alla alimentazione umana e caratterizzati da un elevato impatto sull’ambiente perché il loro impiego comporta l’emissione dell’azoto in eccesso.

Il progetto CowficieNcy valuta la possibilità di formulare diete con metodi più efficienti e meno inquinanti.

L’azoto è un nutriente essenziale presente nelle proteine di mangimi e fertilizzanti. È strategico per la produzione di carne e latte, ma, nel tempo, il suo utilizzo ha avuto conseguenze negative per l’ambiente.

La prima fase del progetto prevede l’aggiornamento degli algoritmi sottesi al Cornell Net Carbohydrate and Protein System, con riferimento al metabolismo degli aminoacidi.

In un secondo tempo il sistema revisionato sarà applicato nelle aziende agricole partecipanti al progetto.

Saranno testati due modelli matematici, il primo basato sulla singola bovina, il secondo sulle mandrie.

Ridurre le emissioni di azoto correlate alla produzione lattiero-casearia - Ultima modifica: 2020-10-20T07:23:41+00:00 da Redazione Dairy

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome