Niente garanzie “virus free” per le aziende dairy USA che esportano in Cina

 

Il governo cinese ha chiesto che i prodotti alimentari provenienti dagli USA siano corredati da una attestazione “virus free”.

Non avendo il pieno controllo della filiera, molti spedizionieri statunitensi hanno disdetto le consegne. Temono infatti che in caso di contaminazione durante il trasporto o in dogana, la loro azienda possa essere accusata di diffusione del virus.

Per provare a dirimere la questione, AgTC (Agriculture Transportation Coalition) ha stilato un modello di dichiarazione igienico-sanitaria in cui si afferma che gli alimenti sono stati prodotti, trasformati e gestiti in conformità con gli standard di sicurezza del settore e con le linee guida degli esperti in salute e sicurezza.

Pur non essendoci stata alcuna conferma ufficiale in merito alla accettabilità di tale documento, nessun carico è stato bloccato alla dogana cinese con la motivazione “documentazione Covid-19 non conforme”.

Intanto l’USDA e la FDA hanno ribadito che non ci sono evidenze scientifiche a sostegno del fatto che le persone possano contrarre la Covid-19 toccando gli alimenti o i loro imballaggi.

Niente garanzie “virus free” per le aziende dairy USA che esportano in Cina - Ultima modifica: 2020-07-27T08:09:15+00:00 da Redazione Dairy

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome