Latte e derivati, gli stati generali del settore il 18 settembre a Milano

Nel nostro Paese quasi 12 milioni di tonnellate di latte sono destinati alla produzione di formaggi Dop, all’industria e al consumo fresco e Uht. La filiera italiana del latte vale oltre 15 miliardi di euro di cui 2,8 realizzati sui mercati esteri.

Numeri importanti. Eppure, l’opinione pubblica è restia ad apprezzare gli aspetti salutistici dei prodotti lattiero-caseari, oltre che la valenza economica e il grande lavoro degli allevatori per incrementare il benessere animale. Il risultato finale è la drastica riduzione dei consumi di latte: il 30% in meno negli ultimi sei anni.

Il lattiero-caseario, poi, è un settore complesso, con problematiche diverse per ogni segmento e prodotto. Latte bovino, di bufala, pecora o capra, per ognuno di essi sfide e tematiche sono differenti. Con alcune debolezze strutturali, e non congiunturali, in comune. Per questo motivo appare sempre più importante un dialogo tra i singoli anelli della filiera, dagli allevatori all’industria di trasformazione, fino alla distribuzione e al consumatore.

Ecco perché il Gruppo Tecniche Nuove ha organizzato il Dairy Summit 2019 (www.dairysummit.it): gli Stati generali della filiera riuniti a confronto per una intera giornata dal titolo “Il latte fa bene (all’Italia)” che dovrà aiutare a individuare una linea d’azione comune, a vantaggio di tutti gli attori coinvolti.

Per fare questo il gruppo editoriale ha messo a disposizione giornalisti e collaboratori di testate del calibro de: Il Latte, Terra è Vita, GdoWeek, Mark Up, Cucina Naturale, Informatore Zootecnico, La Settimana Veterinaria, Professione Allevatore, Summa, Alimenti&Bevande, Imbottigliamento, Macchine Alimentari.

Professionisti che con competenza e imparzialità animeranno i lavori, a cominciare dalle tre tavole rotonde incentrate su: qualità e sostenibilità; modelli di consumo e strategie distributive; export e valore del made in Italy.

L’obiettivo finale è la redazione di una Carta del Latte che riassuma l’impegno degli operatori. Intanto, un numero speciale di “Le filiere di Mark Up – Dairy” è interamente dedicato al comparto che – tra salute, benessere, sostenibilità, tracciabilità, sicurezza – dovrà affrontare con approccio olistico l’innovazione di processo e di prodotto, ma anche una nuova comunicazione. In equilibrio tra emotività e informazione scientifica.

È stato invitato il ministro delle Politiche agricole, senatrice Teresa Bellanova.

Latte e derivati, gli stati generali del settore il 18 settembre a Milano - Ultima modifica: 2019-09-17T12:34:36+00:00 da Raffaella Quadretti

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome