Entra in vigore l’USMCA ma il rischio di contenziosi legali è alto

L’USMCA, l’accordo commerciale tra Messico, Canada e Stati Uniti che ha sostituito il NAFTA, ha preso il via, tra polemiche e un alto rischio di contenziosi, il 1° luglio scorso.

La pandemia ha determinato una profonda recessione nei tre Paesi firmatari, riducendo gli scambi commerciali ai minimi degli ultimi dieci anni.

A poche ore dall’entrata in vigore dell’accordo, gli USA hanno minacciato l’istituzione di dazi sulle importazioni di alluminio dal Canada.

Per essere ammesso all’accordo, il Messico ha dovuto varare una nuova normativa nazionale a tutela dei lavoratori.

La sua mancata applicazione apre il varco a contenziosi e a respingimenti di prodotti provenienti da fabbriche non in regola.

Il Messico ha inoltre accettato malvolentieri l’inserimento nell’accordo dei prodotti frutto delle nuove biotecnologie statunitensi e ancor più malvolentieri le tutele del Governo canadese al comparto lattiero-caseario nazionale.

Entra in vigore l’USMCA ma il rischio di contenziosi legali è alto - Ultima modifica: 2020-07-24T08:02:13+00:00 da Redazione Dairy

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome